Libertade aderisce a “Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana”

Negli scorsi giorni la Corte Penale Internazionale con sede all’Aja ha stabilito di avere giurisdizione sui crimini di guerra o le atrocità commesse nei territori palestinesi occupati da Israele nel 1967. Per evitare di poter essere giudicato da un tribunale internazionale, Israele rifiuta di riconoscere l’autorità della Corte e ha annesso illegalmente la maggior parte dei territori occupati, in totale spregio del diritto internazionale. Fra gli scopi di Libertade c’è quello di promuovere iniziative volte ad affermare il principio di autodeterminazione dei popoli, perciò non si può restare indifferenti davanti alla terribile oppressione vissuta dal popolo palestinese, a causa dell’occupazione e colonizzazione sionista. Pertanto Libertade aderisce alla campagna “Spazi Liberi dall’Apartheid Israeliana”, coerentemente col proprio rifiuto di partecipare in qualunque modo ad attività o eventi collusi con le istituzioni genocide israeliane e/o finanziati e sponsorizzati da Israele. Come avvenne con la campagna mondiale contro l’Apartheid in Sudafrica, Libertade ritiene che una forte pressione internazionale possa costringere il governo di Israele a rispettare i diritti umani e civili della popolazione indigena della Palestina.

imàgine de presentada bdsitalia.org

Copy link
Powered by Social Snap