No al CPR di Macomer

L’Associazione Libertade, coerentemente con i suoi principi fondanti, è solidale con le persone imprigionate nel CPR di Macomer che nello scorso periodo hanno organizzato forti proteste per denunciare la condizione insostenibile che sono costrette a vivere, detenute pur non avendo commesso alcun crimine. Denunciamo in particolare ogni forma di ulteriore repressione e gli atti punitivi che sarebbero seguiti alle proteste. I CPR sono vere e proprie strutture detentive gestite spesso da società private, dove i trattamenti inumani e degradanti rivolti alle persone che sono lì rinchiuse, sono una vergognosa costante. Il CPR di Macomer è gestito da una società privata, (nello specifico la Ors Italia s.r.l., filiale dall’omonima società svizzera), che in passato è stata al centro di polemiche sulla pessima gestione di un centro in Austria, in cui i migranti erano tenuti in condizioni disumane, anche secondo una pubblica denuncia di Amnesty International. Martedì 07.07.2020 Libertade si unirà al Presidio NO CPR, organizzato da No CPR Macomer, alle ore 17:30 davanti alla Prefettura di Nuoro in via Deffenu 60.

imàgine de presentada lasciatecientrare.it

Copy link
Powered by Social Snap